Disastro rossoblù, a Venezia i tifosi riempiono di insulti i giocatori: “Andate via da Cagliari”

Aereo, vaporetto e treno per sostenere la squadra, che li ripaga con un prestazione orrenda e la retrocessione. I 700 tifosi cagliaritani al Penzo sommergono di fischi i giocatori: “Ve ne dovete andare via”. GUARDATE il VIDEO

Novantacinque minuti di follia, zero reti e serie B in tasca. Il Cagliari saluta nel peggiore dei modi la serie A, a Venezia. E lì, allo stadio Penso, i settecento tifosi rossoblù hanno gettato più sangue degli undici in campo, a voler fare un paragone. Loro hanno presto aereo, vaporetto e trema per supportare la squadra. E uno zero a zero contro il Venezia già retrocesso è insopportabile. A fine partita i giocatori vanno sotto il settore occupato dai loro tifosi, e poter fortuna le balaustre e le reti impediscono che qualcuno possa scavalcare e entrare in campo: “Ve ne dovete andare via”, “Andate via da Cagliari”, è c’è spazio, anche, per insulti pesanti.
Tutti coinvolti e contestati duramente, non si salva nessuno perché è impossibile. Bastava un gol, l’Udinese ha asfaltato la Salernitana con quattro reti. I nerovedi veneti, già in serie B, a tratti hanno addirittura dimostrato più grinta di un Cagliari confuso, spento e poco vivace, che si prepara a dover scendere in campo, da settembre, il sabato.


In questo articolo: