Rossoblù in serie B, la delusione di Solinas: “Grande tristezza, il Cagliari torni subito in A”

Il Governatore tra i delusi dopo la stagione flop e la partita di Venezia che ha spezzato il cuore rossoblù ai tanti tifosi sardi. “La speranza è che il Cagliari, spinto da una meravigliosa tifoseria, possa immediatamente rialzarsi”.

“Grande tristezza”. Così il presidente della Regione Christian Solinas commenta la retrocessione del Cagliari in serie B. L’amaro finale di Venezia-Cagliari di ieri sera, con Joao Pedro e compagni che hanno fallito una clamorosa occasione per restare nella categoria più importante, ha spezzato il cuore rossoblù di tantissimi tifosi sardi. Nel mirino dei tifosi il presidente Tommaso Giulini e gli altri dirigenti la campagna acquisti flop, il mancato accordo con Nainggolan e il valzer degli allenatori. Al coro dei delusi si è unito anche il governatore: “La speranza che il Cagliari”, ha aggiunto Solinas, “spinto da una meravigliosa tifoseria, possa immediatamente rialzarsi e tornare subito in A”.

Sono 9 i milioni annui, in base a un accordo siglato alla fine del 2019 con l’assessorato al Turismo, che la Regione Sardegna versa come sponsorizzazione al Cagliari e alla Dinamo. Altro denaro dovrebbe arrivare per la costruzione del nuovo stadio. L’assessore regionale alla Programmazione Giuseppe Fasolino ha recentemente ricordato di aver riconfermato gli impegni presi dalla precedente giunta Pigliaru coi rossoblù, il crono programma e il business plan presentato dal Cagliari, “poi, se però non vanno avanti, non possiamo dare delle risorse per un qualcosa che è fermo, e non dipende dalla Regione, questo è sicuro”, aveva sottolineato Fasolino in consiglio regionale, “noi abbiamo anche ultimamente riconfermato, perché erano in scadenza, le risorse che si erano messe a disposizione dalla precedente amministrazione, con la disponibilità anche ad aumentarle nel caso in cui ci fosse un progetto meritevole di un aumento di risorse. Quindi siamo affianco al Cagliari Calcio che non è solo la squadra di Cagliari, ma è la nostra nazionale, quindi noi siamo affianco a questa società che rappresenta tutti noi sardi”. Il progetto per il nuovo stadio è atteso negli uffici di palazzo Bacaredda entro giugno.


In questo articolo: