Corso, polemiche sulla 500 che fa crash contro le fioriere: “Cosa aspettate a fare sgomberare i tavolini?”

L’opinione di Marcello Roberto Marchi: Fortunatamente l’incidente odierno è accaduto di mattina e nessun tavolino era negli stalli occupati, ma se fosse accaduto la sera tardi o la notte quando gli stalli sono occupati da decine di tavolini e sedie con numerosi avventori spesso presenti nonostante il divieto, certamente i danni sarebbero potuti essere più consistenti anche per le persone”

Una 500 é andata a finire contro le fioriere abusive negli stalli auto in Corso Vittorio Emanuele: il Comune, soprattutto chi deve controllare e intervenire è a mio avviso totalmente assente.

L’ennesimo incidente che poteva essere evitato.Sono mesi che denunciamo la situazione di irregolarità della posizione delle fioriere negli stalli per la sosta delle auto nel tratto finale del
Corso, poco prima di Via Pola, che un Club privato occupa abusivamente. Nessuno,purtroppo ha il coraggio di intervenire per porre fine a questa storia, che evidentemente è ancora tutta da
scrivere per individuare abusi e responsabilità che sono sotto gli occhi di tutti, Amministratori e Dirigenti comunali compresi. E’ noto che è stata pubblicata all’Albo Pretorio online del Comune( chiunque
ne ha potuto e ne può chiedere visione e copia) la Determinazione n.132 del 13 gennaio 2022 del Servizio SUAPE, Attività Produttive e Turismo con la quale è stata ” RIGETTATA l’istanza per occupazione del suolo pubblico per l’anno 2022 per attività di somministrazione – così è scritto testualmente nel provvedimento (che nemmeno il Presidente del Comitato di Stampace non conosce) svolta dalla Ditta SOUL Pub, area antistante e adiacente l’immobile di pertinenza del pubblico esercizio nel Corso Vittorio Emanuele II n. 394″. Sono ben tre pagine fitte di motivazioni che hanno portato al rigetto della domanda di concessione, in particolare quelle riferite alle “delicate problematiche connesse alla sicurezza” e agli accertamenti se le soluzioni proposte ” siano realmente idonee a offrire una completa
protezione sia agli avventori che dei fruitori della viabilità urbana, contro l’urto accidentale di qualunque veicolo ammesso alla circolazione nelle Zone a 30 Km orari”, come appunto è il Corso
Vittorio Emanuele.

Fortunatamente l’incidente odierno è accaduto di mattina e nessun tavolino era negli stalli occupati, ma se fosse accaduto la sera tardi o la notte quando gli stalli sono occupati da decine di tavolini e sedie con numerosi avventori spesso presenti nonostante il divieto, certamente i danni sarebbero potuti essere più consistenti anche per le persone. Al Sindaco e al Comandante della
Municipale, responsabili direttamente della sicurezza una domanda : che si aspetta ad intervenire e a far sgomberare gli abusi? Che ne dice il Presidente del Comitato di Stampace ?
Marcello Roberto Marchi


In questo articolo: