Coronavirus, in un market di Cagliari spunta la barriera in plexiglass alle casse

Per evitare qualunque contatto, in un market di San Benedetto hanno installato un pannello divisore alla cassa: i clienti passano i soldi e ricevono l’eventuale resto dal cassiere attraverso una fessura


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La paura di essere contagiati e di ritrovarsi positivi al Covid-19 è alta, anche a Cagliari. E allora, ci si ingegna per rispettare quanto più possibile una tra le principali e più importanti prescrizioni: evitare il contatto tra le persone. In un supermarket, a San Benedetto, i titolari hanno fatto installare una maxi barriera in plexiglass alle casse. Nessun contatto tra il cassiere o la cassiera di turno e il cliente. Lo scontrino, i soldi e il bancomat vengono infilati in una piccola fessura in basso. Nel caso del pagamento elettronico viene allungato l’apparecchio, si attende che il cliente digiti il codice segreto e poi si strappa lo scontrino tenendosi sempre a debita distanza. I titolari hanno piazzato la barriera proprio oggi. Alle tante persone rimaste sorprese è stato risposto che si tratta di una precauzione dettata dal fatto che troppi clienti si appoggiavano o si sporgevano, spesso involontariamente, annullando quindi la distanza minima di un metro caldeggiata da esperti scienziati e medici.


In questo articolo: