Conte replica a Salvini: “Voltafaccia senza dignità”

Durissima la replica del premier Conte a Salvini al Senato: “C’è chi con arroganza e scarsa conoscenza del diritto costituzionale pensava di attivare unilateralmente una crisi e portare il Paese alle elezioni e ancora più unilateralmente ha deciso di concentrare definitivamente nelle proprie mani tutti i poteri: pieni poteri”

Nella sua replica al Senato, Giuseppe Conte prende le mosse dall’Europa: “Dobbiamo fare di tutto per poter realizzare le riforme che stanno a cuore al Paese”, a partire dalla “revisione del patto di stabilità e crescita“.  In quest’ottica Conte lancia un appello all’opposizione: “Vi invito a considerare il commissario Gentiloni come colui che rappresenterà l’Italia intera”. Poi, tra cori, fischi e applausi ironici dello stesso Salvini, sfodera una sequela di controattacchi alla Lega. “Assegnare ad altri le proprie colpe è  un modo certo, non il migliore, per salvare la propria leadership”. E ancora: “Poi spiegherete al Paese cosa ci sia di dignitoso in tutti i repentini voltafaccia che ci sono stati in poche settimane”. Rivolgendosi a Salvini, accusa: “C’è chi con arroganza e scarsa conoscenza del diritto costituzionale pensava di attivare unilateralmente una crisi e portare il Paese alle elezioni e ancora più unilateralmente ha deciso di concentrare definitivamente nelle proprie mani tutti i poteri: pieni poteri”. CONTINUA A LEGGERE SU QUOTIDIANO.NET


In questo articolo: