Capoterra unica città della Sardegna al ballottaggio: si sfideranno Beniamino Piga e Beniamino Garau

Il primo, assessore al bilancio uscente dell’ex dem Dessì, ha staccato di una decina di punti l’avversario sostenuto dal Psd’Az di Solinas. Fuori dai giochi gli altri tre candidati ma saranno determinanti per la vittoria al ballottaggio

Capoterra è l’unica città della Sardegna dove si andrà al ballottaggio. E dove si sfideranno l’uno contro l’altro Beniamino Piga, assessore al Bilancio sostenuto anche dal primo cittadino uscente, l’ex dem Francesco Dessì, e Beniamino Garau, con cinque liste compresa quella del Psd’Az, di Sardegna 20Venti e della Lega. Fuori dai giochi, ma determinanti per l’esito dei ballottaggi, Efisio Demuru del Pd con due liste (11%), Gianluigi Marras sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Riformatori e una civica (17,5%) e Attilio Congiu, sostenuto da Psi e Capoterra nel cuore (2%).

 

A Capoterra lo spaccamento fra gli schieramenti ha di fatto causato l’uscita dai giochi del centrodestra, e in parte anche del centrosinistra di cui Dessì si è dimostrato elettoralmente più forte. Ora conteranno gli apparentamenti, ufficiosi o ufficiali, nei ballottaggi previsti fra due settimane, dove conteranno più che la logica di schieramento le alleanze anche trasversali.

 

Al momento sono stati ufficialmente eletti oltre 60 sindaci.