Caos rifiuti a Cagliari, Truzzu infuriato: riunione burrascosa e urla contro i dirigenti di De Vizia

Tensione tra il primo cittadino e le imprese che gestiscono il servizio dell’Igiene del Suolo in città. Il sindaco è inferocito su spazzamento e raccolta e si è detto stufo delle lamentele dei cittadini. Uno dei dirigenti ha abbandonato la riunione dopo un durissimo faccia a faccia con Truzzu

E’ rottura tra Truzzu e De Vizia. Il primo cittadino è infuriato con la società che gestisce il servizio dell’Igiene del suolo. E la riunione che si è svolta ieri sera a palazzo Bacaredda è stata burrascosa.

All’incontro hanno partecipato il sindaco, l’assessore all’Igiene del suolo Alessandro Guarracino e i dirigenti dell’Ati che gestisce il servizio, tra loro Schirru e Vardeu. Nessuna revoca dell’appalto all’orizzonte, ma Truzzu si è detto deluso e insoddisfatto e ha espresso in modo deciso e con toni duri il proprio malcontento su spazzamento e raccolta della spazzatura, ma anche per le decine di lamentele dei cagliaritani che quotidianamente arrivano all’indirizzo dell’amministrazione. Il primo cittadino avrebbe anche mostrato alcune foto ai dirigenti dell’Ati. Le porte dell’ufficio erano aperte e le urla legate alle fasi più concitate della discussione sono state sentite chiaramente dai dipendenti comunali e la notizia ha fatto il giro del palazzo.

Indispettito per le accuse uno dei dirigenti è stato protagonista di un diverbio col sindaco prima di abbandonare la riunione. Ora le diplomazie sono al lavoro per ricucire. Ma una cosa è certa: per la situazione dei rifiuti in città il sindaco è infuriato.


In questo articolo: