Cagliari, tappeto di rifiuti dopo la notte di Halloween alla Fiera: “Truzzu, non c’era nemmeno un cestino”

Migliaia di giovani alla notte danzante organizzata dentro la Fiera, poco dopo l’alba regna il degrado nel piazzale Marco Polo. Ecologisti all’attacco del sindaco, gli organizzatori: “Abbiamo ripulito tutto noi anche se si tratta di un’area pubblica”. GUARDATE il VIDEO


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Cartacce, bottiglie, fazzoletti e bicchieri. Piazzale Marco Polo a Cagliari, oggi all’alba, era un letamaio, nel vero senso della parola. Un inno totale al degrado, a poche ore di distanza dalla fine dell’Halloween Sardinia Festival, la notte danzante organizzata da una società privata nel padiglione E della Fiera. Fuori, ad attendere i circa 4mila partecipanti, c’erano anche vari camion bar. Alla fine dell’evento, verso le 5, tutti sono usciti dai cancelli del piazzale, lasciando un tappeto di rifiuti. “In una città ben organizzata, si presuppone che l’area pubblica adiacente al luogo dove si svolge un evento che richiama migliaia di cittadini, sopratutto giovani, sia munito di cestini temporanei e la pulizia e relativi controlli avvengano ad evento concluso”, attacca Valerio Piga, referente dei Difensori della natura. “Invece a Cagliari il Comune non ha previsto tutto ciò e guardate in che condizioni è il piazzale Marco Polo, fronte Fiera. Evidentemente il sindaco Truzzu e la sua Giunta hanno difficoltà ad arrivarci. Mi scrivono e leggo che il problema si è verificato in quasi tutta la città”.

 

 

E la conferma del mancato intervento degli operatori ecologici comunali arriva anche dall’organizzatore dell’evento, Davide Siddi: “Abbiamo ripulito noi l’area, grazie all’intervento di quattro operatori, anche se tratta di uno spazio pubblico. Alla serata hanno partecipato quattromila persone, appena ci siamo accorti della tanta spazzatura lasciata, e non ritirata, ci siamo messi all’opera”.


In questo articolo: