Cagliari, super multa da 500 euro a chi vende alcol in strada alla Marina

Maxi sanzione garantita per i titolari di locali e minimarket sorpresi a vendere alcolici e superalcolici, in strada, dopo le 21. Chi invece verrà beccato a sbevazzare per le stradine dovrà scucire almeno venticinque euro 

La “legnata” più grande riguarderà i titolari dei locali e dei minimarket: cinquecento euro tondi tondi di multa se saranno beccati a vendere alcolici e superalcolici in strada alla Marina e al Terrapieno tra le ventuno e le sei del mattino. Tutti i contenitori sono vietati: vetro, lattine o plastica fa poca differenza. Dalla birra alla vodka, dal mojito a qualunque tipo di amaro: la “bevuta” è consentita solo seduti nei tavolini. È questo il punto più “salato” dell’ordinanza contro la “malamovida” promossa dal Comune di Cagliari. Da via Napoli a piazza Sant’Eulalia, da via Roma al viale Regina Margherita, il divieto sino al prossimo trentuno gennaio è uno: stop alcol in strada. E, per gli eventuali commercianti “furbetti”, dopo la prima multa scatterà la sospensione della licenza. In pratica, i recidivi dovranno abbassare le serrande per qualche giorno o, a seconda della gravità del caso, anche per diverse settimane. Multe più leggere, invece, per chi sarà sorpreso a sbevazzare in giro: gli agenti della polizia Municipale potranno staccare una sanzione minima da venticinque euro sino ad una massima di cinquecento.

 

Previste multe anche per tutti quei titolari dei locali che, da oggi, non esporranno il cartello con il divieto di vendita d’asporto di alcolici e superalcolici: anche in questo caso, la multa è “variabile”, da 25 a cinquecento euro.

 


In questo articolo: