Cagliari, nuovo look per Monte Claro: in arrivo quattro campi da padel e tre ristoranti

Cambia volto la grande oasi verde del capoluogo. Presentato il piano della Città metropolitana che prevede un asilo, 4 campi da padel e altrettanti da tennis, tre punti di ristoro e una mega pista ciclabile nel parco che collegherà via Cadello col castello di San Michele attraverso i terreni del Seminario arcivescovile

Rivoluzione a Monte Claro. Nel parco in arrivo tre ristoranti, un asilo, campi da padel e una mega pista ciclabile che collegherà il parco fino al castello di San Michele.

Uno stravolgimento è in arrivo nella grande oasi verde stretta tra l’asse mediano e via Campania. Il piano attuativo della Città Metropolitana che ridisegna il futuro del parco è stato presentato alla commissione Urbanistica del Comune di Cagliari.

Prevede nell’area tra il parcheggio di via Cadello e gli impianti sportivi un nuovo asilo per bambini. Via anche al restyling della pista di pattinaggio sulla quale sarà montata una copertura. Sono poi in arrivo nuovi impianti: 4 campi da padel e 4 da tennis. Spazio anche a 3 punti di ristoro nuovi di zecca (cucina, locale interno, dispensa, veranda bar e gazebo che saranno posizionati in 3 diversi punti dell’area verde: uno accanto ai campi sportivi, un altro davanti all’ingresso principale di via Cadello e l’ultimo accanto all’ingresso di via Liguria.

Il grande locale davanti alla fontana e al laghetto sarà trasformato in spazio polifunzionale. Altri locali di servizio (infermeria, spogliatoi, ecc) nasceranno accanto ai campi sportivi.

E l’altra grande novità è costituita dalla pista ciclabile. I tracciati saranno tre: il più importante metterà in collegamento l’accesso alla Cittadella sanitaria di via Romagna col parcheggio dei campi sportivi di via Cadello, snodandosi all’interno del parco. Dalla pista principale ne partiranno poi altre due: la prima sale verso la biblioteca di Villa Clara “Emilio Lussu” e la seconda arriva all’ingresso di via Mattei affacciandosi su via Campania e via Liguria. Il tracciato che arriva in via Cadello sarà collegato (probabilmente mediante un attraversamento pedonale rialzato) con la pista ciclabile che dal Seminario (dalla zona che si affaccia su via Cadello, oggi delimitata da un muro) salirà fino al parco di San Michele, nell’ambito del piano attuativo (già approvato) della Curia arcivescovile.

“Il piano che è stato presentato oggi è molto importante perché prevede tra le altre cose il potenziamento delle strutture sportive e la realizzazione strutture di servizio, quali spogliatoi, punto di ristoro etc”, spiega Guido Portoghese, consigliere comunale Pd, “inoltre all’interno del parco verranno realizzati tre punti di ristoro attrezzati di cucina , strutture oggi mancanti e attese dai frequentatori del parco”.