Cagliari, guerra alle discariche di rifiuti in strada: in azione le guardie ambientali

Il sindaco Truzzu fa il punto sulla tariffazione puntuale: “I cagliaritani la fanno bene solo il 2, 7 % di conferimenti errati e abbiamo scoperto un 25 % di evasori. Le microdiscariche? Abbiamo risolto tante situazioni critiche. Per queste ci vorrà ancora qualche mese”. Potenziate le squadre delle guardie ambientali verificheranno il corretto conferimento della spazzatura

Guardie ambientali per verificare il conferimento dei rifiuti e punire i colpevoli. Le discariche? Ancora per qualche mese assicura il sindaco. Ha prodotto effetti positivi per l’amministrazione comunali l’introduzione del tributo puntuale: dopo i primi giorni registrati solo il 2, 7 % di conferimenti errati e il 25 % di evasori scoperti (hanno chiesto il mastello per il secco).
“Nel 2018 la percentuale della raccolta differenziata era al 38 % e oggi e oggi al 69 %”, spiega il sindaco Paolo Truzzu, “e abbiamo iniziato nel 2019 ereditando una situazione devastante e fuori controllo, dovuta a un sistema di raccolta fatto partire senza ecocentri e creando situazione  complicata.
Oggi è diverso. Nel 2020 la tariffa è diminuita per il 99 % delle utenze. E così è partito il tributo puntuale basato sulle esposizioni. È un sistema di calcolo della tariffa equo che premia chi fa are il  bene il secco. Perché producendo meno secco potremmo abbassare il tributo per tutti.
Esponendo il mastello ogni 2 settimane avrò la certezza di poter risparmiare. Quanto? Ancora non lo sappiamo, ma esponendolo per 52 pagherò lo stesso tanto. Le discariche? Le vedremo per qualche mese, ma oltre il 90 segue bene le norme. Stiamo potenziando le squadre di guardie ambientali per le verifiche dei conferimenti”
“Il tributo sarà pagato in base al comportamento degli utenti”, aggiunge l’assessore ll’Igiene del sulo Alessandro Guarracino, “ Il mastello può anche essere esposto per due volte consecutive e poi non essere esposto per un mese. Il limite è quello del massimo sconto, ma non esiste vincolo dei 15 giorni”.

Il presidente della commissione Raffele Onnis annuncia nuove misure per la lotta all’evasione.


In questo articolo: