“Cagliari come Londra con gli agenti a cavallo e alla Marina un presidio di polizia”

L’assessore alla Sicurezza conferma il suo progetto: “Quattro poliziotti a cavallo, non capisco perchè qualcuno possa scandalizzarsi, a Parigi ne vanno fieri. In via Savoia c’è un locale che può ospitare la polizia Municipale”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

I poliziotti a cavallo a Cagliari? No, non è una semplice idea lanciata così, anzi. Il progetto c’è e, stando alle parole dell’assessore comunale alla Sicurezza, il leghista Paolo Spano, è già stato fatto un ragionamento sui numeri. Dopo il suo annuncio dato in esclusiva su Casteddu Online, qualche cittadino – ma anche qualche politico di opposizione – ha storto il naso: “Non capisco perchè qualcuno si sia scandalizzato. Ci sono città come Parigi e Londra che sono fiere di avere una rappresentazione di polizia a cavallo che offre un supporto alla cittadinanza. Il nostro corpo sarà composto da quattro elementi, non gireranno tutti insieme ma pattuglieranno in due alla volta. Per eventi come la sagra di Sant’Efisio, però, li schiereremo tutti e quattro. I nostri agenti ne andranno orgogliosi. Certo”, spiega Spano, “non saranno loro a risolvere i problemi del Poetto, per quelli dovremo pensare ad altro ma è importante far vedere il nostro corpo”, ovviamente di polizia, “a cavallo. Gireranno solo di giorno, i cavalli hanno una vista diversa dalla nostra”. Insomma, per l’edizione numero 364 della festa legata al martire guerriero “di casa” a Stampace, sardi e turisti potrebbero applaudire, per la prima volta, anche i poliziotti a cavallo.

 

Non solo cavalli, però. C’è anche un’altra novità, sul tema della sicurezza, annunciata da Spano: “Nel rione della Marina c’è un locale vuoto, in via Savoia, che può essere adatto per ospitare un presidio di polizia Municipale. Voglio instaurare un tavolo di concertazione con polizia, carabinieri e guardia di finanza. Siccome non è possibile creare un presidio interforze”, quello della Marina sarà “una base di appoggio per tutti. Chiunque, giorno e notte, potrà trovare un vigile al quale rivolgersi. Penso che servirà da deterrente, c’era anche anni fa in piazzetta Savoia”, osserva l’esponente della Giunta Truzzu, “con i nuovi agenti incrementeremo il numero di pattuglie che stazionano in città per restare sempre più vicino alla cittadinanza”.