Auto in via Garibaldi e nel Corso, i commercianti a Truzzu: “Siamo preoccupati”

Primo faccia a faccia tra giunta comunale e commercianti per la rivoluzione traffico in centro storico. Previsto un nuovo incontro prima dell’apertura alle auto di via Manno e del Corso

Confcommercio Sud Sardegna incontra il sindaco Paolo Truzzu, Bertolotti: “Riteniamo sia di grande utilità l’attività di consultazione da parte della amministrazione comunale sulle azioni che intende intraprendere nei quartieri ricchi di attività produttive”. Ztl in Castello uniformata a quella degli altri quartieri e auto nelle vie Garibaldi e Manno e nel Corso Vittorio Emanuele per carico e scarico sono i temi al centro dell’incontro che si è tenuto oggi tra il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, gli assessori Alessandro Sorgia, Alessio Mereu e Alessandro Guarracino, rispettivamente alle Attività produttive, Viabilità e Servizi tecnologici e il presidente di Confcommercio Sud Sardegna Alberto Bertolotti, insieme ai consiglieri Emanuele Frongia ed Efisio Mameli, al quale hanno partecipato anche i rappresentati dell’associazione “Strada facendo” di via Garibaldi, del commercio di via Manno, e del Centro commerciale naturale Cagliari Centro Storico del quartiere Marina.

“Desideriamo contribuire ad un migliore lavoro dell’amministrazione comunale”, ha precisato il presidente di Confcommercio Sud Sardegna Alberto Bertolotti, “e sottolineare quanto sia opportuno coinvolgerci prima di prendere delle decisioni che possono influire sulla quotidianità del commercio cittadino e delle numerose attività che si trovano nel centro storico. In particolare nei quartieri Castello e Stampace, dove nel primo caso l’amministrazione vorrebbe anticipare l’orario della ztl dalla mezzanotte alle 21.30, e nel secondo caso, in particolare nelle vie Manno, Garibaldi e Corso Vittorio Emanuele, far tornare le auto per il carico e scarico dalle 8 alle 10”. L’ordinanza che permette il carico e scarico per residenti e commercianti nelle vie Garibaldi e Manno e nel Corso Vittorio Emanuele non c’è ancora.

“Incontro interlocutorio ma proficuo”, ha scritto Paolo Angius, commerciante di via Garibaldi, “abbiamo esposto le nostre preoccupazioni e sviscerato le varie posizioni. A gennaio verrà predisposto un nuovo incontro”.


In questo articolo: