Cagliari, cantiere eterno e pochi parcheggi al Brotzu: “Infiniti disagi per lavoratori e pazienti”

“I numerosi cantieri aperti hanno ridotto gli stalli a disposizione”, denuncia Sanna, Uil Fp, “pazienti e lavoratori, sempre più penalizzati, sono al limite della sopportazione”. GUARDATE IL VIDEO

Brotzu eterno cantiere e infiniti disagi per lavoratori e pazienti. Era il lontano 2012 quando la Uil Fpl affrontò l’annoso problema dei parcheggi dell’Azienda Brotzu, a distanza di 10 anni poco è cambiato, anzi,   forse è peggiorato.

“Questa organizzazione da tempo ha fortemente denunciato che al Brotzu i parcheggi fossero perennemente insufficienti”, attacca fabio Sanna, Uil Fpl, “che al turno pomeridiano ( almeno 200 dipendenti di varie figure) si riscontrassero grosse difficoltà nel trovare parcheggio, i posti riservati costituissero spesso più un ” privilegio” che una reale necessità operativa e che non fossero sufficienti i posti riservati per portatori di patologie gravi e / croniche, nello specifico ci siamo sentiti dire persino da qualche Dirigente di “arrivare al lavoro in pullman”. Uil Fp aveva denunciato che spesso, che specie le donne, diventavano “vittime indifese di aggressioni  e scippi. E l’ incremento di furti e danni alle auto e moto, è stato ampiamente denunciato alla Prefettura, compreso il fatto che il parcheggio dell’Ospedale fosse un punto di ritrovo di persone ne che nulla hanno a  che fare con l’Ospedale.

“In un simile scenario il sistema “cantiere” andava inderogabilmente e seriamente pianificato, cosa non avvenuta. Questa O.S.”, aggiunge Sanna, “ha documentato la quantità di cantieri aperti contemporaneamente all’Ospedale Brotzu, evidenziando la forte riduzione degli stalli ormai da troppo tempo, frutto di una mancanza di pianificazione da parte dell’ufficio competente in materia di lavori, creando un  forte disagio dei pazienti e dei lavoratori stessi, arrivato ormai ai limiti della sopportazione. Così si penalizzano tutti, dipendenti e pazienti. La Uil, il sindacato dei cittadini, ritiene che una parte dei parcheggi debba essere “garantito”  al personale pomeridiano, per consentire lo scambio delle consegne con i colleghi del mattino”.

I sindacati chiedono un incontro  per un intervento risolutivo tra, Prefetto, Direzione Generale, Sindaci del Comune di Selargius e Cagliari, affinché si possa trovare una soluzione definitiva per garantire l’incolumità anche personale di tutti gli utilizzatori interni ed esterni.


In questo articolo: