Cagliari, brutale aggressione al Ss. Trinità: “Infermiera presa a calci e pugni”

Ancora caos tra le corsie dell’ospedale di Is Mirrionis: “Un uomo ricoverato in Psichiatria ha picchiato un’infermiera e le ha pure strappato i capelli. Qui si continuano a rischiare tragedie e nessuno fa nulla”

Un’aggressione, l’ennesima, avvenuta all’ospedale Santissima Trinità. E, ancora una volta, stando alla denuncia del sindacato Fials, in uno dei reparti più “caldi”, quello di Psichiatria 1. Il fatto sarebbe avvenuto stanotte, così spiega il segretario provinciale Paolo Cugliara: “L’infermiera, una 40enne, è stata aggredita da un paziente, da tempo ricoverato in reparto, a causa di futili motivi”. La donna “è stata presa a calci e pugni, e il paziente le ha anche strappato i capelli”. La lavoratrice è dovuta ricorrere a delle cure “e le sono stati assegnati sette giorni di infortunio”. Cugliara, sul nuovo caso di aggressione, è netto: “La Fials, sempre in prima linea quando si tratta di problemi di sicurezza, a tutela di tutti gli operatori di ogni ordine e grado, chiede ai vertici regionali un intervento urgentissimo atto a porre fine alle sempre più frequenti aggressioni che solo per puro caso non sono sfociate in tragedie”. 
“Basta con i proclami, serve una fattiva e concreta azione di prevenzione”. E poi, arriva anche la stoccata finale ai piani alti: “Se qualcuno ha notizie della dirigenza medica del presidio, ci faccia sapere”. 

In questo articolo: