Cagliari, boom di cremazioni ma il forno va in tilt: funerali “salati”

Quasi il 60 per cento delle famiglie cagliaritane sceglie la cremazione. Oggi però il forno del cimitero è andato nuovamente in tilt: stop di una settimana. Gli operatori: succede spessissimo e le salme vengono portate a Olbia, per le famiglie il costo sale di 400 euro

Cagliari, stop alle cremazioni: nuovamente in tilt il forno del cimitero, difficoltà anche per le agenzie funebri. Funerali complicati: oggi con una mail il Comune ha avvisato tutti gli operatori di un disagio che va avanti da anni a singhiozzo. ma sta accadendo anche altro: le cremazioni infatti hanno avuto negli ultimi anni un vero e proprio boom oggi sono quasi il 60 per cento. “Il regolamento della polizia mortuaria di Cagliari prevede l’ingresso assoluto di tutte le salme residenti a Cagliari- spiega un operatore del settore- ma questo ci viene spesso impedito a causa delle celle frigo che sono quasi sempre piene. Cosa accade? Che spesso bisogna trasferire le ceneri ad Olbia, e alle famiglie cagliaritane il servizio costa per forza 400 euro in più”. 


In questo articolo: