Cagliari, allarme a Calamosca: “La nuova strada ricoperta di fango e detriti, è molto pericolosa”

Una strada molto apprezzata dai cagliaritani ma, evidentemente, con alcune criticità “sulle quali sarà ora necessario agire presto, per evitare ulteriori problemi” sostiene  il consigliere comunale Marcello Polastri (Sardegna Forte) che ha chiesto ai competenti servizi comunali “la pulizia della strada. divenuta pericolosa per la presenza di fango e detriti lungo il tragitto, perlopiù nei tratti in curva ed in pendenza”

La nuova strada di Calamosca, come un ruscello in piena, con tanta acqua che, dalla collina di Sant’Elia, si tuffa con una cascata nel mare.
È quanto hanno documentato le associazioni Gruppo Cavità Cagliaritane e la web community Sardegna Sotterranea, che per anni hanno effettuato servizi di viste per la collettività sul colle Sant’Elia e che ieri hanno documentato con alcune immagini, la presenza di terra e fango sulla superficie della nuova  panoramica, inaugurata quest’anno tra la spiaggia di Calamosca e La Paillotte. Una strada molto apprezzata dai cagliaritani ma, evidentemente, con alcune criticità “sulle quali sarà ora necessario agire presto, per evitare ulteriori problemi” sostiene  il consigliere comunale Marcello Polastri (Sardegna Forte) che ha chiesto ai competenti servizi comunali “la pulizia della strada. divenuta pericolosa per la presenza di fango e detriti lungo il tragitto, perlopiù nei tratti in curva ed in pendenza”.
“Auspicherei – ha detto il Consigliere comunale recependo le istanze delle associazioni ambientali – la creazione di apposite cunette e canali laterali di scolo. Ed è quanto ho appena richiesto con una istanza depositata ieri, per evitare ulteriori problemi o danni, in caso di pioggia, infine l’installazione di un impianto luci necessario per frequentare la zona, in sicurezza, perlopiù d’estate”.


In questo articolo: