Alberghi aperti per San Valentino a Cagliari, fioccano promozioni ma c’è crisi: “Sono solo il 15 per cento”

Dai 150 ai 230 euro per cena e notte romantica in vari hotel del capoluogo, ma il Covid non porta buoni affari. Fausto Mura: “Costi troppo alti per i gestori e aiuti dal Governo non arrivati, 250mila lavoratori a rischio”

Operazione San Valentino: diversi alberghi fanno delle promozioni, si tenta di portare almeno le coppie che non hanno problemi di convivenza a riscoprire un po’ le strutture e passare una giornata diversa dopo tanto tempo in cui, anche viaggiare, è stato impossibile. Ai microfoni di Radio Casteddu, Fausto Mura, Federalberghi Sud Sardegna: “Questa è un’operazione di marketing che gli alberghi aperti, normalmente, fanno tutti gli anni. Ma quest’anno ha avuto maggior risalto perché siamo in periodo Covid.
Purtroppo le notizie non sono così ottimiste, nel senso che gli alberghi stagionali certamente non possono aprire per i due giorni di San Valentino, non possono fare le assunzioni, accendere gli impianti e mettere in moto tutto l’albergo per due giorni.
Gli unici a fare queste offerte sono gli alberghi aperti tutto l’anno, quelli cittadini, che sono il 15% di tutta la Sardegna. Una minoranza insomma. Anche questi alberghi hanno risentito tantissimo a causa del Covid perché non essendoci movimento di persone, di turisti, non c’è stata la possibilità di lavoro anche se hanno potuto aprire per tutta la durata della pandemia.
Si tratta quindi di un’attività di marketing che consiglio a tutti di sfruttare per fare un piccolo diversivo a questa pandemia nel dormire sempre nello stesso posto, oppure fare un piccolo weekend di vacanza, magari, spostandosi da una parte all’altra della Sardegna, per riuscire a sentirsi nuovamente vivi.
La situazione attuale è che i prezzi sono calati e i costi aumentati. Tutta la filiera del turismo è in una crisi profondissima e se non arriveranno gli aiuti, e per adesso non ne sono arrivati, si rischia veramente una ecatombe, di cancellare il turismo, il sistema turistico dalla Sardegna e stiamo parlando di 250mila posti di lavoro che in una regione con un milione e seicentomila abitanti sono veramente una parte enorme”.
Risentite qui l’intervista a Fausto Mura del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: