A Capoterra contagi a forza 190, al mercato all’aperto green pass obbligatorio per tutti

Salgono i positivi al virus nonostante i primi giorni di restrizioni, clima surreale in città: Babbo Natale in carrozza e sì al mercato settimanale, ma il sindaco mantiene tutte gli altri limiti che colpiscono soprattutto i non vaccinati.

Centonovantadue positivi, con diciotto nuovi contagiati nelle ultime 24 ore. A Capoterra il Covid non va via ma, anzi, continua a salire e, salvo miracoli, la soglia dei duecento positivi potrebbe essere superata già alla prossima rilevazione. E tutte le restrizioni, tra utilizzo di green pass per entrare e uscire dal paese e super green pass per bar e ristoranti anche all’aperto vengono confermati dal sindaco Beniamino Garau. In città si respira un clima surreale. Ieri sera Babbo Natale in carrozza ha attraversato le vie del centro storico, poi il primo cittadino ha dato l’ok al mercato settimanale all’aperto, ma potrà acquistare solo chi avrà la certificazione verde. Sono previsti controlli serrati.
Ecco, di seguito, le regole per poter fare un giro tra i banchi degli espositori, anche loro obbligati a possedere il green pass base: “L’accesso all’area mercatale, sia degli operatori che dei clienti, è subordinato al possesso del green pass (base). La differenziazione dei percorsi di accesso e di uscita, in particolare. L’ accesso all’area mercatale dovrà avvenire in maniera contingentata esclusivamente dalla via Satta (angolo Corso Gramsci ) e dalla via Amendola (angolo via Sardegna). L’uscita dall’area mercatale dovrà avvenire esclusivamente dalla Via Sicilia, Via Liguria, via Emilia, via Toscana, via Amendola e dalla via Colombo. All’interno dell’area mercatale dovranno essere rispettate le seguenti regole: distanziamento sociale, utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. I punti di accesso e di uscita dell’area dovranno essere transennati e presidiati dal personale della polizia Locale coadiuvata dalle associazioni di Protezione Civile.


In questo articolo: