“A Cagliari il taser anche ai vigili urbani”: pressing della Lega su Truzzu

Depositata in consiglio comunale la mozione che impegna il sindaco ad avviare le verifiche per la fase di sperimentazione con gli agenti della polizia locale. L’arma, non letale, serve a impedire i movimenti bloccando i muscoli attraverso l’elettricità.

Un taser anche per gli agenti della polizia municipale. La Lega fa pressing sul sindaco Paolo Truzzu perché sia immediatamente avviata una fase di sperimentazione che coinvolga i vigili urbani: il consigliere comunale Andrea Piras ha depositato una mozione per impegnare il sindaco in questa direzione, anche considerando che il taser è già in dotazione ad altre forze dell’ordine ed è “considerato un’arma non letale” che “potrà essere usato come deterrente contro la criminalità”. Prima ancora era stato il coordinatore cittadino della Lega Filippo Murru a chiedere il taser per i vigili urbani in modo da prevenire e contrastare i reati. Lo stesso coordinatore cittadino della Lega, Filippo Murru, ha chiesto a gran voce che la polizia urbana potesse essere dotata del taser per prevenire e contrastare i reati come già fanno gli agenti della polizia di Stato, i carabinieri e gli uomini della guardia di finanza.

Il taser, chiamato anche pistola elettrica o storditore elettrico, è un dispositivo classificato come arma non letale che fa uso dell’elettricità per impedire il movimento del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli.


In questo articolo: