Cagliari piange suor Giuseppina Derudas, travolta da un’auto: “Adesso vegliaci dal paradiso”

Choc in tutta la città per la morte della religiosa, investita da un uomo al volante di una Mazda: “Ti affidiamo al Padre celeste perchè ti accolga tra le sue braccia”.

“L’improvvisa e tragica morte di suor Giuseppina ha sconvolto tutti, specie noi Figlie della Carità, i suoi familiari, le sue collaboratrici, i tanti genitori della sua “amata scuola”, che in un modo o nell’altro, erano venuti a contatto con lei, donna e consacrata, innamorata di Dio e dell’Uomo, dal carattere gioviale e attento. Carissima, ora dal paradiso, veglia su tutti noi! Noi ti affidiamo al Padre celeste perchè ti accolga tra le sue braccia e possa godere il riposo eterno”. A scriverlo, su Facebook, sono le Figlie della Carità della Sardegna, con tanto di foto della religiosa travolta sulle strisce pedonali in via Puglia da un 42enne al volante di una Matiz.
Suor Derudas, portata in codice rosso al Brotzu, è morta dopo pochi minuti. L’investitore si è subito fermato, dopo l’impatto: scontata, per lui, l’accusa di omicidio stradale.


In questo articolo: