Zero luminarie e niente albero al porto, a Cagliari non è Natale: sui social scoppia la polemica

La zona particolarmente incriminata è quella intorno al Municipio, ma lo stesso è per piazza Matteotti, viale Diaz, zona Fiera e viale Trieste: “Sembra di essere ancora in piena pandemia, che tristezza”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La centralissima via Roma a Cagliari, con la vicina piazza Matteotti, la zona porto, viale Trieste e non solo restano senza luminarie di Natale, neanche una lucina a ricordare che siamo entrati in pieno clima natalizio. E sui social scoppia la polemica.

“La meraviglia delle luci e degli addobbi natalizi in via Roma, a Cagliari. Particolarmente suggestivi i giochi di luce sulla facciata di pietra bianca del palazzo del Comune e il bellissimo, altissimo e illuminatissimo albero di Natale che ha preso il posto della ruota panoramica e accende di mille riflessi colorati le tranquille acque del porto.  Per non parlare della squallida oscurità di Piazza Matteotti e del buio pesto in viale Diaz, lato Solemar, dalla Fiera all’angolo con via Ancona. Che vergogna”: è il post che dà il via alle polemiche, con commenti al vetriolo contro l’amministrazione comunale.

Per fortuna, sottolineano gli utenti, a illuminare in parte via Roma c’è la cascata di luci della Rinascente, altrimenti sarebbe buio pesto. “Che tristezza, sembra di essere ancora in piena pandemia”, commenta un cagliaritano. E ancora: “La giunta Truzzu sta riuscendo nell’incredibile impresa di farmi rivalutare l’operato di Zedda”. C’è chi prova a difendere l’amministrazione, sottolineando che alle 22 si spegne tutto per risparmiare, viste le stratosferiche bollette a causa del caro energia: peccato, però sottolinea un altro utente facebook, che la foto sia stata scattata alle 21.30. Quando in zone più centrali, come nella piazza Yenne e al corso che ospitano i mercatini, erano ancora accese.


In questo articolo: