“Zedda, nel 2013 promettevi meno costi per la tassa rifiuti: nel 2017 città sporca”

“In questi anni la città è sempre più sporca e il Sindaco purtroppo cerca di nascondere la polvere sotto il tappeto ma è solo un tentativo maldestro di scaricare le responsabilità” commenta Matteo Atzori, consigliere della Municipiltà di Pirri ed esponenti di Fratelli d’Italia-An

“Saremo il primo capoluogo di regione con il porta a porta totale e avremo un progressivo abbattimento dei costi per i cittadini”. Così parlava nel 2013 il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, quando era affiancato dall’allora Assessore Leo.

Passati circa 4 anni, secondo Fdi “ripete le stesse parole, scaricando le colpe alle precedenti amministrazioni (qualcuno gli ha fatto il tempo passato?) e citando la sporcizia stratificata di altre città”.

“In questi anni la città è sempre più sporca e il Sindaco purtroppo cerca di nascondere la polvere sotto il tappeto ma è solo un tentativo maldestro di scaricare le responsabilità” commenta Matteo Atzori, consigliere della Municipiltà di Pirri ed esponenti di Fratelli d’Italia-An

“Le strade, in special modo quelle del centro di Cagliari, sono usate come latrine e non vengono ne lavate ne igienizzate (non è solo questione di spazzare quindi) e la tassa sui rifiuti è sempre più cara e in questi 7 anni di Amministrazione Zedda i cagliaritani si sono sempre sentiti ripetere che si stava per cambiare, sarebbe cambiato tutto ma ogni anno cambiava solo l’importo della TARI. Ovviamente in aumento. Mentre lui snocciola giustificazioni, il cittadino paga e troppo” conclude l’esponente di FDI-AN che denuncia un’altra carenza. La mancanza di controlli

In alcune strade di Pirri ( per esempio via Duca di Genova ), al confine con Monserrato spesso e volentieri arrivano cittadini di altri comuni che conferiscono i loro rifiuti indifferenziati

Situazione denunciata più volte dai cittadini pirresi ma niente è stato fatto. Denunciamo ancora una volta che la TARI e la politica sui rifiuti è fallimentare”.


In questo articolo: