Virus, Truzzu: “Subito vaccini per chi lavora nel turismo, un altro anno senza lavoro sarebbe un affronto”

Il sindaco di Cagliari al commissario Arcuri: “Le categorie essenziali sono anche tutti i lavoratori del settore turistico, dobbiamo vendere la Sardegna come destinazione sicura. Ok alla proposta di Solinas: un altro anno senza lavoro sarebbe l’ennesimo affronto ai danni del popolo sardo”

Secondo incontro con il commissario Arcuri e i sindaci metropolitani per definire la nuova fase del piano vaccinale. Presente anche il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu. Che ha chiesto, al commissario straordinario per l’emergenza Covid, “di considerare come categorie essenziali tutti i lavoratori del settore turistico e vaccinarli subito, a marzo, in modo da consentire agli operatori – dagli alberghieri al personale dei trasporti, a quelli dei servizi turistici a contatto con il pubblico – di programmare la stagione turistica e di vendere la Sardegna come destinazione sicura. A questo è però fondamentale affiancare una strategia definita con regole certe per la gestione dei flussi turistici in entrata per evitare di ripetere gli errori commessi”, spiega Truzzu.
“Per questo sostengo la proposta di Christian Solinas di un certificato di negatività o di vaccinazione per chi arriva in Sardegna. Solo in questo modo possiamo garantire la sicurezza e rilanciare il comparto turistico sardo, che da solo rappresenta il 7% dell’economia regionale. Gran parte della nostra Isola vive grazie al turismo e un altro anno senza lavoro sarebbe l’ennesimo affronto ai danni del popolo sardo”.


In questo articolo: