Villasor in lacrime per Paola Arisci: “Ora riabbraccerai tuo papà in cielo”

I familiari raccontano la vita della donna ritrovata ieri morta dai carabinieri nel proprio appartamento: “Fu adottata 40 anni fa in Cile e portata a Villasor. Sette mesi fa è morto il padre. La sua vita è stata più breve di quanto ci saremmo aspettati. Ci ha lasciato un vuoto difficile da colmare”

E’ stata trovata morta nel suo appartamento di Villasor dalla mamma e da un vicino. E oggi i familiari ricordano Paola Arixi. “Vorremmo raccontare chi era veramente Paola: una ragazza piena di vita, solare, altruista e innamorata dei suoi 2 nipotini Maria Laura e Salvatore che ha battezzato giusto un mese fa. La sua storia inizia 40 anni fa in Cile quando all’età di 2 anni è stata adottata insieme al fratellino di poche settimane e portata qui a Villasor da quelli che sono diventati i loro genitori, 2 persone semplici e oneste che hanno deciso di compiere questo gesto per amore.

Purtroppo la vita del padre Luigi è stata interrotta dopo una lunga malattia ma ha lasciato un esempio di vita a loro e tutti noi. Purtroppo dopo 7 mesi anche lei è volata in cielo e ora sarà sicuramente col padre che tanto amava e prendeva cura. La vita di Paola è stata più breve di quanto ci saremmo aspettati e ci ha colto tutti di sorpresa lasciando un vuoto difficile da colmare. Per dovere di cronaca lei soffriva di qualche patologia che però non gli ha impedito di fare una vita normalissima e bellissima e lasciare in tutti noi un bellissimo ricordo”.

I familiari chiariscono anche le circostanze del ritrovamento del cadavere. Paola viveva nella stessa abitazione della madre ma in piani separati. Lei dopo non aver ricevuto risposta alle varie chiamate si è preoccupata e con l’aiuto del vicino è entrata nell’appartamento di Paola trovandola purtroppo senza vita, in un secondo momento sono stati avvisati 118 e carabinieri a cui va tutta la nostra stima per il lavoro svolto”.


In questo articolo: