Via Flumentepido, le ruspe buttano giù il verde della scuola per realizzare due palazzine: “Peccato però per gli storici pini…”

Via Flumentepido, le ruspe buttano giù il verde della scuola per realizzare due palazzine: “Peccato però per gli storici pini…”, affermano i residenti che spediscono a Casteddu Online il VIDEO delle operazioni di demolizioni in diretta. “La scuola è stata ormai demolita e ora stanno buttando giù il giardino con gli storici pini- spiegano gli abitanti- ad alcune di quelle piante eravamo davvero affezionati”

Via Flumentepido, le ruspe buttano giù il verde della scuola per realizzare due palazzine: “Peccato però per gli storici pini…”, affermano i residenti che spediscono a Casteddu Online il VIDEO delle operazioni di demolizioni in diretta. “La scuola è stata ormai demolita e ora stanno buttando giù il giardino con gli storici pini- spiegano gli abitanti- ad alcune di quelle piante eravamo davvero affezionati. Probabilmente si tratta di operazioni previste da progetto ma ci chiediamo se realmente fosse necessario perchè i pini si trovano (trovavano) tutti intorno al muretto della recinzione”.
Gli operai sono da qualche settimana al lavoro per la demolizione del vecchio complesso scolastico e la successiva realizzazione di 36 unità abitative di edilizia residenziale pubblica. La prima fase dell’intervento riguarderà la bonifica dell’area.
I lavori, per i quali sono stati stanziati 4.896.000 euro, contribuiranno a creare nuove abitazioni di proprietà del Comune e a riqualificare un’area attualmente abbandonata nella zona nevralgica di uno dei quartieri più popolosi di Cagliari: un progetto che ha un alto valore urbanistico e una grande importanza sociale, in una zona in cui l’Amministrazione sta portando avanti anche l’Intervento Territoriale Integrato Is Mirrionis.
Posizionato tra la via Flumentepido, la via Serbariu e la via Baudi di Vesme, il vecchio fabbricato scolastico sarà sostituito da due corpi di quattro e cinque piani, 18 dei 36 appartamenti previsti sono destinati a soggetti con ridotte capacità motorie, gli altri saranno facilmente adattabili se dovesse rendersi necessario. Tutti gli spazi, interni ed esterni, saranno completamente accessibili così come gli spazi destinati alle autorimesse, con diversi posteggi riservati a persone portatrici di handicap. Tre le tipologie di appartamenti previsti, da quattro e cinque posti letto.
L’appalto integrato è stato aggiudicato con gara pubblica a una associazione temporanea di imprese sarde, che ha provveduto alla stesura del progetto esecutivo ed eseguirà i lavori.

In questo articolo: