Vaccino anti Covid obbligatorio per insegnanti, poliziotti e sanitari. In arrivo una stretta europea

Il ministro Speranza: “Le nostre maglie sono già strette ma vedremo cosa deciderà l’Ue e se necessario ci adegueremo”. Draghi: “Come ho convinto Salvini? Con un cambio di prospettiva, facendo capire che è importante decidere cosa fare per non chiudere e non stabilire dove si debba arrivare per evitare chiusure

Il vaccino anti Covid dal 6 dicembre in poi in Italia sarà obbligatorio per poliziotti, insegnanti e naturalmente sanitari. L’ha deciso il consiglio dei ministri approvando all’unanimità il decreto legge che resterà in vigore almeno fino al 15 gennaio. Intanto, il ministro Speranza ha annunciato che è in arrivo una nuova stretta europea: “Le nostre maglie sono già piuttosto strette, ma aspettiamo di sapere cosa deciderà l’Europa e, se serve, ci adegueremo”, ha annunciato. A proposito dell’unanimità di votazione sul decreto, a chi gli chiedeva come ha fatto a convincere Salvini, notoriamente ed esplicitamente contrario a ulteriori restrizioni, Draghi ha risposto: “Intanto abbiamo avuto input importanti dai governatori, anche da quelli della Lega. E poi, abbiamo lavorato su una diversa prospettiva: non fino a che punto arrivare prima di chiudere, ma cosa fare per tenere aperto”.


In questo articolo: