Tragedia sfiorata a Cagliari, crollano l’aula magna e il laboratorio di lingue in via Trentino

L’edificio è letteralmente collassato alle 22, dentro i laboratori linguistici e due aule. Sino a poche ore prima, dentro, c’erano decine di studenti. Grosso lavoro dei Vigili del fuoco, nessun ferito. Lo stupore del rettore Mola: “Crollo inspiegabile, non avevamo avuto nessuna avvisaglia”. Sul posto anche il sindaco Truzzu

Tragedia sfiorata in via Trentino a Cagliari, all’interno del polo universitario. Uno degli edifici, che per anni ha ospitato la facoltà di Geologia e che era stato riadattato per ospitare un laboratorio di lingue al piano terra e due aule magne, una accanto ai computer e alle sedie utilizzate dagli studenti e una al primo piano, è crollato verso le ventidue. Un collasso improvviso, e solo per miracolo non ci sono feriti o, peggio, morti. Sino almeno alle diciotto, infatti, stando ai racconti di vari universitari, si stavano svolgendo delle lezioni. Il caseggiato, costruito 40 anni fa, si è letteralmente sbriciolato. L’ingresso era chiuso dalle venti, gli addetti hanno spento tutte le luci e sbarrato a doppia mandata il portone principale. Due ore più tardi il crollo: il boato è stato udito dai giovani che vivono nella casa dello studente. Presi dal panico, hanno subito lasciato le camere e si sono precipitati all’esterno dell’edificio, per capire cosa fosse successo.

 

 

I Vigili del fuoco, arrivati insieme ad alcune ambulanze del 118, hanno eseguito tutte le verifiche tra le macerie, per accertarsi dell’eventuale presenza di persone. Fortunatamente, gli unici conti da fare sono solo con i danni, ingenti. Sul posto è arrivato anche il rettore Francesco Mola, che è rimasto stupito dal crollo: “È inatteso, non avevamo avuto nessuna avvisaglia. In caso contrario avremmo già chiuso da tempo l’edificio, che viene controllato periodicamente. È chiaro che domani faremo ulteriori verifiche e tutta la zona sarà off limits. Vogliamo capire le cause che hanno portato al crollo di una struttura che era stata costruita 40 anni fa”. Sul posto è arrivato anche il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, che si è subito sincerato con il rettore e i Vigili del fuoco che nessuno studente fosse rimasto coinvolto nel crollo.


In questo articolo: