Strade ko e parcheggi vietati a Cagliari per la corsa delle donne: “250 euro per riavere l’auto, multa assurda”

La “Solo Women Run” ha portato anche malumori tra i cittadini. Marina off limits alle macchine per ore, fioccano sanzioni anche in viale Diaz. Cristina Casti: “Auto parcheggiata prima dei cartelli di divieto, per riaverla domenica ho dovuto spendere tantissimi soldi. È un’ingiustizia”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La corsa in rosa a Cagliari non ha regalato solo sorrisi e applausi, ma anche malumori. Non per l’evento, ma per come è stato gestito il piano del traffico per evitare ingorghi e code. Il “dramma” vero e proprio è stato quello dei parcheggi e delle vie chiuse totalmente al traffico. I residenti della Marina si sono sfogati sui social: “Siamo prigionieri”, pubblicando le foto delle transenne e delle multe lasciate sotto i tergicristalli delle macchine. Tra chi denuncia pubblicamente i disagi vissuti c’è Cristina Casti. Ecco, di seguito, il suo racconto.

“Abitiamo alla Marina e come si sa le telecamere sono spente per cui all’interno del centro storico parcheggia chiunque. Siamo dovuti andare a trovare mia suocera anziana che abita lontano e non sapevamo dei divieti per la corsa di ieri mattina. Beh, ieri siamo tornati e la nostra macchina non c’era più. Abbiamo chiesto e ci è stato detto che è stata portata via per la gara. Era parcheggiata in viale Diaz e non disturbava assolutamente.Totale di questo gioco? 250 euro. Ma ci rendiamo conto? Siamo sempre attenti a parcheggiare bene ma non si può mettere un cartello 48h prima quando si sapeva da chissà quanto tempo da chi organizza. Noi invece che eravamo ignari di tutto ci siam trovati questo bruttissimo scherzo. Sono tantissimi soldi e tantissimi giorni di lavoro. E non è giusto. Così come tutte le multe che abbiamo visto nelle macchine”.


In questo articolo: