“Stop alla pesca dei ricci di mare in Sardegna per almeno tre anni”

La proposta di legge del gruppo Fratelli d’Italia in consiglio regionale: “Obiettivo scongiurare la definitiva scomparsa dei ricci di mare dai fondali della Sardegna. Nel contempo sostegno ai pescatori professionisti”

Tre anni di stop alla pesca dei ricci di mare nelle coste della Sardegna. L’obiettivo scongiurare la scomparsa di questi esemplari, ormai sempre meno presenti nei fondali dell’isola. E’ in sintesi la proposta di legge del gruppo Fratelli d’Italia in consiglio regionale. Il “sacrificio” dei pescatori impossibiliti a svolgere l’attività della pesca verrebbe tamponato con indennizzi a sostegno del comparto. E intanto lo stop di almeno tre anni permetterebbe a questi esemplari di ripopolarsi.

Il divieto totale di pesca dei ricci dovrà essere accompagnato da un costante monitoraggio marino, ad opera dell’assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente e con l’adozione di provvedimenti di sostegno, a favore dei pescatori professionisti, per tutto il periodo di impossibilità allo svolgimento di tale attività di pesca.


In questo articolo: