Stadio da 200 milioni di euro a Cagliari, pressing sulla Regione: voci su un nuovo ospedale con ville extralusso a Sant’Elia

Dubbi sulla copertura finanziaria dell’opera arrivata a costare 150 milioni per la costruzione più 50 di oneri. Truzzu pronto ad aumentare la propria quota, mentre si attende un impegno ufficiale della Regione. Indiscrezioni su un piano di viale Trento: una nuova struttura sanitaria nella zona dello stadio con un quartiere di villette per i medici

Il nuovo stadio del Cagliari? Costerà 200 milioni di euro. La palla ora passa al Comune che dovrà approvare il progetto definitivo presentato dalla società. Ma anche alla Regione che deve mettere nero su bianco quanto fino a oggi rimasto solo nelle dichiarazioni: il contributo economico da versare per dare gambe all’operazione. Il Cagliari e il Comune sono in attesa di un gesto concreto, una convocazione o un via libera ufficiale al sostegno economico. Anche perché una voce scuote il mondo politico e sanitario cagliaritano. Un’idea, stando ai bene informati, nata a villa Devoto: quella di realizzare un nuovo ospedale a Cagliari, ma non più nel quartiere fieristico di viale Diaz, bensì nella zona dello stadio. Un nosocomio nuovo di zecca (che dovrebbe accorpare diversi reparti degli attuali ospedali cittadini), accanto al quale dovrebbe sorgere un nuovo rione in appoggio della struttura sanitaria, con residenze extralusso. Ville ghiotte soprattutto per i medici del nuovo ospedale di Sant’Elia.

Così quello dello stadio, nonostante le dichiarazioni pubbliche ottimistiche, è ancora, di fatto, un rebus. La settimana scorsa il Cagliari ha presentato il progetto esecutivo che ora attende l’approvazione definitiva del consiglio comunale e poi il bando di gara internazionale per la costruzione. Ma c’è da giocare la partita della copertura finanziaria. Il Comune dovrà demolire il vecchio Sant’Elia, mettere mano anche a tutta la viabilità circostante ed entrare con la propria quota. Non solo. Truzzu avrebbe dichiarato a Giulini di essere pronto, se necessario, ad aumentarla. Mentre il ruolo della Regione nel processo che porterà alla nascita del nuovo stadio è ancora poco chiaro. Certezze non ce ne sono. L’assessore regionale alla Programmazione Giuseppe Fasolino in consiglio regionale aveva dichiarato di aver riconfermato “gli impegni presi dalla precedente Giunta, il cronoprogramma e il business plan presentato dalla Società Cagliari Calcio” e, recentemente, ha aggiunto di essere pronto a coprire il 49 % della spesa prevista per l’intervento.

Tuttavia, secondo le ultime stime, confermate dai vertici della società rossoblù, il costo dell’intervento, alla luce degli ultimi aumenti dei prezzi dei materiali, è salito a 200 milioni di euro: 150 per la costruzione e 50 per gli oneri. Se questo fosse vero la Regione dovrebbe stanziare 100 milioni di euro. Una cifra enorme. Anche se, stando a fonti dell’assessorato alla Programmazione, Fasolino metteva in relazione la percentuale con la cifra, precedentemente prevista, di 100 milioni di euro. Se così fosse la quota regionale scenderebbe a circa 50 milioni di euro. Comunque un impegno importante che attende un documento ufficiale con timbri e bolli in ordine.

 


In questo articolo: