Spiagge contingentate a Villasimius: soltanto 500 bagnanti nel paradiso di Punta Molentis

Ecco le disposizioni per l’accesso a numero chiuso negli altri paradisi di Villasimius

Accessi contingentati e norme da rispettare sia in acqua che in spiaggia a Punta Molentis, Riu Trottu e Porto Sa Ruxi. Con una nuova ordinanza, dal 12 giugno il comune di Villasimius ha ritenuto di dover disciplinare in maniera più articolata e puntuale l’accesso alle spiagge al fine di tenere sotto costante monitoraggio il numero dei fruitori delle stessa oltre che per una questione ambientale di tutela dei siti e per l’incolumità delle persone che vi hanno accesso, garantendo alle stesse spazi adeguati. È consentito l’accesso nelle spiaggia di Punta Molentis a 500 persone totali, Riu Trottu 150 e Porto Sa Ruxi 450; quest’ultima da oltre un quinquennio ha subito una forte riduzione dello spazio fruibile a causa dell’erosione costiera. Per quanto riguarda le norme da rispettare: deve essere mantenuta la superficie di almeno 10 metri quadrati per ogni ombrellone o altri sistemi di ombreggio, indipendentemente dalla modalità di posizionamento sulla spiaggia per file orizzontali o a rombo;
le attrezzature di spiaggia (quali, ad es. lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone o di ombreggio, devono essere distanziate di almeno 1,5 m;
è vietata la pratica in spiaggia e in acqua di attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti;
divieto assoluto di assembramento in acqua e sull’intera area dei litorali, ivi incluse la battigia e le zone d’ombra;
gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (quali, ad es. racchettoni) o in acqua (quali, ad es. nuoto, surf, windsurf, kitesurf) possono essere regolarmente praticati, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.
 Sono demandati ai corpi di Polizia il rispetto delle norme e  delle misure disposte.


In questo articolo: