Settecentomila euro per cantieri comunali: lavoro per 31 cagliaritani

Ecco il Piano straordinario per l’occupazione del Comune di Cagliari: prevista l’assunzione di 31 cagliaritani disoccupati o inoccupati per ripulire e valorizzare aree degradate della città

Oltre settecentomila euro per l’avvio di cantieri comunali e l’occupazione di 31 cagliaritani disoccupati o inoccupati per un anno. È il Piano straordinario a favore dell’occupazione elaborato dalla Giunta Zedda e proposto al Consiglio comunale. L’intervento, previsto per il 2016, avrà una durata di 48 settimane. “Il cantiere – si legge nella proposta di deliberazione – contribuirà a dare un sostegno all’occupazione in un momento di congiuntura economica particolarmente complessa, ma anche un importante supporto nel raggiungimento di obiettivi individuati come strategici per l’ente come il recupero e il risanamento di aree degradate anche ai fini della loro riconversione e valorizzazione”.

IL PROGETTO. A diposizione poco più di 700 mila euro, risorse derivanti dalle economie realizzate negli anni precedenti nella gestione di cantieri comunali a finanziamento regionale. L’intervento riguarderà “vaste aree della città, interessando quasi tutti i quartieri, e si prefigge di dare una concreta risposta alle numerose richieste da parte della cittadinanza. I siti interessati verranno riqualificati con l’impiego di personale disoccupato e inoccupato residente nel territorio cittadino, dando così un contributo alla creazione di un significativo numero di posti di lavoro. Inoltre, l’intervento non si concluderà con la semplice fase di bonifica, ma potrà proseguire con eventuali interventi successivi di arredo urbano e di piccola manutenzione sulle proprietà comunali”.

LAVORO. Il progetto prevede la formazione di tre squadre d’intervento e l’impiego di 31 unità lavorative. Un coordinatore della sicurezza, (tecnico laureato in Ingegneria ambientale con  abilitazione a coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione), quattro operai specializzati, (muratori, muniti di patente B), 22 operai generici, 1 conducente per automezzi e macchine operatrici, e 3 assistenti di cantiere, (tecnici diplomati di cui 2 geometri e 1 perito agrario). Il coordinatore della sicurezza percepirà per un anno poco più di 25 mila euro, quasi 90 mila saranno destinati per gli operai specializzati, 434 mila euro per gli operai generici, quasi 22 mila per il conducente automezzi e oltre 71 mila euro per gli assistenti di cantiere.  


In questo articolo: