“Segariu, centro di accoglienza distrutto a mazzate per un permesso di soggiorno negato”

Vetri e mobili rotti, intervengono le Forze dell’ordine: “Altissima tensione, l’inferno sarebbe scattato per un permesso di soggiorno negato da un giudice. Tutti gli immigrati sono stati trasferiti”. La denuncia di Mauro Pili. GUARDATE le FOTO

di Paolo Rapeanu

Le immagini parlano da sole: si vedono dei vetri rotti, idem alcune lampade e pezzi di quello che sembrerebbe cemento. A pubblicarle su Facebook è il leader di Unidos Mauro Pili. Si tratterebbe di una struttura che ospita persone che richiedono accoglienza: “Altissima tensione in un centro di accoglienza di Segariu. Un permesso di soggiorno negato dal giudice avrebbe fatto scatenare l’inferno con l’intervento delle Forze dell’ordine”.

Pili spiega che “a colpi di mazze il centro è stato letteralmente distrutto, vetri infranti, spaccati mobili e attrezzature, ridotte a frammenti le luci esterne dello stabile. Tutti gli immigrati ospitati nel centro sono stati trasferiti in un’altra struttura”.

 


In questo articolo: