Cagliari, ruba uno scooter ma viene intercettato dalla polizia

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 26enne cagliaritano, pregiudicato, per furto aggravato in concorso con altra persona rimasta ignota

La Polizia di Stato ha tratto in arresto Maurizio Secci, 26enne cagliaritano, pregiudicato, per furto aggravato in concorso con altra persona rimasta ignota e lo ha denunciato per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Nel pomeriggio di ieri, un equipaggio della Squadra Volante ha notato in via Liguria due scooter attaccati che procedevano nel senso contrario di marcia e il conducente del veicolo posteriore spingere con un piede quello anteriore.

Insospettiti, i poliziotti hanno invertito il senso di marcia per raggiungerli e procedere al controllo. I due, accortisi di essere stati notati e seguiti dalla Polizia, hanno tentato di accelerare e uno di loro, quello che stava spingendo l’altro motoveicolo, si è alla fine dato alla fuga verso via Campania mentre l’altro, dopo essere caduto a terra, si è diretto verso via Liguria.

E’ scattato subito l’inseguimento a piedi da parte di un agente, lungo le vie Liguria, Dalmazia e Molise, terminato all’incrocio con via Versilia dove uno dei due è stato bloccato.

In possesso del giovane è stato trovato un attrezzo multiuso, sicuramente utilizzato per compiere il furto.

Dagli accertamenti effettuati, lo scooter è risultato infatti rubato poche ore prima in via Sulis ed è stato riconsegnato al proprietario che ha confermato la rottura del blocco accensione.

Nella mattinata di oggi è previsto il processo con rito per direttissima.


In questo articolo: