Scuole e strade nuove, più soldi per i poveri e l’ecocentro: svolta milionaria a Monserrato

Tredici milioni di euro per riqualificare tutta la città. Nuovi marciapiedi, zanzariere e climatizzatori nelle scuole e 2,3 milioni per le famiglie bisognose. Il sindaco Locci: “Tutto merito della mia maggioranza, con il voto contrario dell’opposizione non avremmo fatto nulla”.

Il nuovo ecocentro, finanziato con altri 575mila euro, più di settecentomila euro per riqualificare tante scuole (quelle di via San Gavino, via Monte Linas e via Monte Arquerí su tutte), con zanzariere e climatizzatori nuovi di zecca oltre a un restyling delle aree esterne “per far svolgere anche lezioni all’aperto, soprattutto in questo periodo di Covid”, 1,1 milioni per rifare le strade, i marciapiedi ed eliminare le barriere architettoniche, 700mila euro per il cimitero, inclusi i nuovi loculi, poi 2,3 milioni per i bisognosi, i denari per rifare a nuovo le due fontane di via Caracalla e via del Redentore (410mila euro), il nuovo parco al posto dell’ex cimitero, tre bagni autopulenti nei parchi, un’area per lo stallo dei camper, 110mila euro alla Protezione Civile, duecentosessantamila per l’asilo di via Capo Coda Cavallo, 175mila euro per la videosorveglianza e un milione di euro per la riqualificazione delle aree del comparto B, quelle di Su Termini e 145mila per interventi sul monumento ai Caduti. Ecco come saranno investiti i soldi della variazione di bilancio della Giunta Locci a Monserrato, tredici milioni di euro.
“Tutto merito della nostra maggioranza, l’opposizione aveva votato contro e, se ci fossero stati loro, queste operare non sarebbero mai iniziate”, commenta il sindaco Tomaso Locci. “Si tratta di interventi storici e importantissimi, che fanno parte del piano di rinascita di Monserrato, per renderla una città sempre più moderna e accogliente”.


In questo articolo: