Sarrabus, paziente in codice rosso ma c’è una sola ambulanza: il paradosso dei soccorsi

Il potenziamento della postazione del 118 nel Sarrabus Gerrei tramite il ricorso a personale medico a bordo delle ambulanze: è quanto sollecitato dal consigliere regionale Edoardo Tocco

Il potenziamento della postazione del 118 nel Sarrabus Gerrei tramite il ricorso a personale medico a bordo delle ambulanze: è quanto sollecitato dal consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) – vice presidente della commissione salute nel palazzo di via Roma – all’assessore regionale della sanità Luigi Arru. Un’invocazione arrivata dopo l’ennesima avaria di un mezzo di soccorso nelle strade del territorio. “A Villasalto è intervenuta l’unica ambulanza medicalizzata disponibile nell’area, per soccorrere un paziente in codice rosso, ma si è dovuta bloccare per un guasto meccanico. La difficoltà legata alle emergenze mediche è diventata ormai un problema annoso, con la scarsità delle autoambulanze”,

Una carenza che, oltre a ricadere con inaccettabili tempi di attesa sugli utenti, grava di responsabilità improprie i medici e il personale sanitario impegnato nel 118 costretto ad operare su più fronti. Da qui l’appello forte del vice presidente del parlamentino: “Si tratta della naturale conseguenza di una situazione che non viene affrontata. Il pericolo è che – conclude Tocco – i disagi aumentino con il periodo estivo, a causa del declassamento del San Marcellino di Muravera, con la mancanza di ambulanze che potrebbe riflettersi sull’ulteriore riduzione dei servizi”.


In questo articolo: