Sardegna, steward negli stabilimenti balneari ma nelle spiagge libere basterà un addetto alla sorveglianza

Estate 2020, ci sono le regole nazionali: ecco le distanze da mantenere, attesa per capire cosa si deciderà sul Poetto e sulle spiagge libere della Sardegna

Sardegna, steward negli stabilimenti balneari ma nelle spiagge libere basterà un addetto alla sorveglianza. ardegna.  Negli stabilimenti balneari ci saranno cartelli anche in lingua straniera per illustrare le misure ai clienti. La figura dello steward di spiaggia accompagnerà i clienti all’ombrellone, spiegando le regole. Il consiglio è privilegiare l’accesso tramite la prenotazione, l’elenco delle presenze sarà tenuto per 14 giorni. Possibili schermi divisori alla cassa: più igienico pagare con carta di credito o bancomat.

Nelle spiagge libere vale il distanziamento tra le persone di almeno un metro e quello degli ombrelloni: si suggerisce la presenza di un addetto alla sorveglianza dell’area, che potrebbe fare scattare l’allarme rosso in caso di sovraffollamento. “Gli sport individuali da spiaggia (racchettoni) o in acqua (surf, windsurf, nuoto) possono essere praticati, rispettando le distanze. Sport di squadra: serve l’ok delle istituzioni”, si legge sul nostro giornale partner Quotidiano.net.


In questo articolo: