Sardegna, invasione di cavallette ma anche di cornacchie: ora interviene la Regione

 “L’Assessorato ha già disposto l’attività di accertamento dei danni causati da cavallette e cornacchie e sta valutando, alla luce del quadro normativo vigente in materia di aiuti di Stato, la possibilità di intervenire per compensare le perdite subite dagli agricoltori sardi”. Lo sottolinea l’assessore regionale all’Agricoltura, Gabriella Murgia

 “L’Assessorato ha già disposto l’attività di accertamento dei danni causati da cavallette e cornacchie e sta valutando, alla luce del quadro normativo vigente in materia di aiuti di Stato, la possibilità di intervenire per compensare le perdite subite dagli agricoltori sardi”. Lo sottolinea l’assessore regionale all’Agricoltura, Gabriella Murgia, che ha rappresentato il problema al ministero delle Politiche agricole poiché comune ad altre regioni italiane: “È nostra intenzione chiedere che la questione sia portata sul tavolo della Conferenza delle Regioni”.

“L’attenzione dell’Assessorato e di tutta la Giunta – afferma Gabriella Murgia – è massima, sia sui danni causati dall’infestazione delle cavallette in alcuni Comuni del centro Sardegna, che interessano in particolare le produzioni foraggere e i pascoli delle aziende zootecniche, sia su quelli causati dalla diffusione delle cornacchie alle produzioni primaverili-estive in pieno campo”. Ed è per questo – aggiunge l’assessore Murgia – “che è stato promosso un incontro con l’assessorato della Difesa dell’Ambiente per la definizione di una strategia comune per la verifica e il controllo di questi fenomeni e per limitare in tempi stretti gli effetti esiziali sull’attività agricola”.


In questo articolo: