Sardegna fra province, città metropolitane e comuni: ecco cosa cambia

Dopo innumerevoli modifiche, la nuova configurazione degli enti intermedi è stata pubblicata nel BURAS (Bollettino Ufficiale Regione autonoma Sardegna) e pertanto, sarà in vigore dopo trenta giorni. Ecco i dettagli

Dopo innumerevoli modifiche la nuova configurazione degli enti intermedi è stata pubblicata nel BURAS (Bollettino Ufficiale Regione autonoma Sardegna) e pertanto, in vigore dopo trenta giorni – come recita l’articolo apposito.

Andiamo per ordine: sono state istituite sei province e due Città metropolitane Cagliari e di Sassari.

Le sei province sono: Nord est (Gallura), Nuoro, Iglesias, Carbonia, Medio Campidano, Ogliastra.

La Sardegna, che conta circa un milione e mezzo di abitanti, ha 2 delle 11 città metropolitane italiane.

Allo stato la Città Metropolitana Cagliari comprende i Comuni di: Cagliari, Assemini, Capoterra, Decimomannu, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Pula, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Sarroch, Selargius, Sestu, Settimo San Pietro, Sinnai, Uta, Villa San Pietro. Ed i Comuni di: Armungia, Ballao, Barrali, Burcei, Castiadas, Decimoputzu, Dolianova, Domus de Maria, Donori, Escalaplano, Escolca, Esterzili, Genoni, Gergei, Gesico, Goni, Guamaggiore, Guasila, Isili, Mandas, Monastir, Muravera, Nuragus, Nurallao, Nuraminis, Nurri, Orroli, Ortacesus, Pimentel, Sadali, Samatzai, San Basilio, San Nicolò Gerrei, San Sperate, San Vito, Sant’Andrea Frius, Selegas, Senorbì, Serdiana, Serri, SEUI, Siliqua, Silius, Siurgus Donigala, Soleminis, Suelli, Teulada, Ussana, Vallermosa, Villanova Tulo, Villaputzu, Villasalto, Villasimius, Villasor, Villaspeciosa.

Allo stato, perché immediatamente dopo l’emanazione della legge, vari componenti dei consigli comunali hanno chiesto di sottoporre a referendum fra i cittadini, come previsto dalla legge, la del proprio comune.

Fra questi Seui, nei confini attuali ultimo comune della città metropolitana primo dell’Ogliastra staccato da altri paesi della Barbagia di Seulo: Esterzili, Sadali e Seui Città metropolitana; Ussassai Ogliastra; Seulo Nuoro.

La norma legislativa è stata approvata trasversalmente dalle opposizioni e dalla maggioranza.
Diciamo un bel caos, sotto gli aspetti storici, geografici e culturali.

Non credo vi siano invece problemi rispetto ad alcune competenze nel moltiplicarsi a breve: delle Aziende sanitarie, dei componenti dei Consigli di Amministrazione, dei Consorzi vari, degli staff a tutti i livelli.

Vi è indubbiamente un esigenza dare voce ai cittadini che devono decidere e scegliere, oltre le stanze dei Consigli comunali e regionali, e dopo eventuali assestamenti eleggere direttamente i loro rappresentanti.

Ora la parte più difficile e complessa: aggregare le popolazioni.

https://buras.regione.sardegna.it/custom/frontend/viewPart.xhtml?partId=7c783583-36e2-4e4c-a370-9c44b8cde279


In questo articolo: