Sardegna, chi rifiuta il test rapido dovrà stare in quarantena 10 giorni: la mossa anti virus di Solinas

Via ai test rapidi nei porti e negli aeroporti, in arrivo l’ordinanza: chi non farà il test all’arrivo e non avrà un certificato di negatività, dovrà stare dieci giorni in quarantena nell’Isola. Ecco tutte le regole

Sardegna, chi rifiuta il test rapido dovrà stare in quarantena 10 giorni: la mossa anti virus di Solinas. Via ai test rapidi nei porti e negli aeroporti, in arrivo l’ordinanza: chi non farà il test all’arrivo e non avrà un certificato di negatività, dovrà stare dieci giorni in quarantena nell’Isola. Non solo: il test rapido gratuito in porti e aeroporti  in caso di negatività dovrà essere ripetuto dopo 5 giorni. Sono alcuni passaggi, secondo quanto è filtrato sinora, dell’ordinanza che la Regione preparando in vista di lunedì prossimo.

Le prescrizioni, che secondo Lapresse potrebbero diventare obbligatorie e non più volontarie come inizialmente ipotizzato, sono valide solo per chi non potesse già presentare un certificato di negatività al Covid o di avvenuta vaccinazione. Per i controlli sono state infatti firmate oggi le speciali convenzioni fra aeroporti e porti della Sardegna con l’Ats, l’azienda della tutela della salute della Sardegna, per fare scattare i test di controllo sul virus ai passeggeri che da lunedì arriveranno in Sardegna.  Saranno ben trecento le persone operative nei principali scali sardi.


In questo articolo: