Sant’Antioco, fioccano multe salate per gli incivili dei rifiuti: “A fare i furbi si resta fessi”

Incastrati dalle telecamere della Capitaneria i furbetti dei rifiuti nella zona del porto. Il Comune: “Molto meglio fare una corretta differenziazione che pagare sanzioni”

Incastrati dalle telecamere nascoste, piazzate dalla Capitaneria nel porto di Sant’Antioco. Quattro furbetti dei rifiuti, sorpresi ad abbandonare sacchi ricolmi di spazzatura, dovranno pagare seicento euro a testa di multa. Una prima raffica di multe alla quale, presto, potrebbe aggiungersi una seconda ondata: i controlli della Capitaneria, infatti, sono destinati a proseguire. Molto soddisfatta l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ignazio Locci, che affida a Facebook un commento sin troppo chiaro: “Non ci stanchiamo di ribadirlo: a fare i furbi, prima o poi, si resta fessi. Molto meglio fare una corretta differenziazione dei rifiuti, che pagare 600 euro di sanzione amministrativa. Alcuni ‘furbetti”’ sono così diventati destinatari di quattro sanzioni per un totale di 2400 euro”.

 

“Questo è il risultato della collaborazione tra il Comune di Sant’Antioco e la Capitaneria di porto locale”.


In questo articolo: