San Gavino Monreale, muore stroncato dalla Sla il carrozziere Corrado Brau: “Con Antonio Michittu erano grandi amici”

Il paese funestato da un altro lutto in poche ore. Brau, carrozziere notissimo in gran parte del Medio Campidano, stava lottando da 3anni contro la sclerosi laterale amiotrofica. Era uno dei più cari amici di Antonio Michittu, il meccanico morto ieri nell’auto finita fuori strada. Il ricordo del fratello Redano: “Dopo l’alluvione del 2013 fu lui a riparargli alla perfezione la macchina. Si sono rincontrati in paradiso”

Due lutti in meno di 24 ore hanno colpito San Gavino Monreale. Due persone che non ci sono più, legate da un solido rapporto d’amicizia, scomparse a distanza di poche ore. Dopo la tragica morte di Antonio Michittu, il meccanico morto nell’auto finita fuori strada, se n’è andato Corrado Brau. Li separava un anno, Brau aveva spento 65 candeline lo scorso trentun maggio. Da tre anni lottava contro la Sla, il male ha avuto la meglio qualche ora fa. Michittu meccanico, Brau carrozziere: esperti di auto, ruote, pistoni e candele. E, soprattutto, “amici veri”. Lo dice, con le lacrime agli occhi, il fratello di Corrado, Redano: “Ha iniziato a fare il carrozziere a 14 anni, imparando il mestiere nell’officina di Siro Piras”. Poi, si è messo in proprio: “Ha stretto una collaborazione con Gian Luca Cocco”, e la loro officina, nella zona industriale e artigianale “Grui” di San Gavino Monreale, è una delle più frequentate dagli automobilisti di gran parte del Medio Campidano. “La Sla l’ha distrutto in appena tre anni”, aggiunge Redano Brau, “l’ha totalmente paralizzato, impedendogli di muoversi”. Corrado lascia la moglie Bonina Cadeddu, casalinga 50enne. La donna, insieme ai tre figli (una ragazza di 26 anni e due ragazzi di 22 e tredici) si è prodigata ogni giorno, sino all’ultimo, per aiutare e stare vicino al suo caro marito.
Restano le lacrime, ovviamente, e i tanti ricordi di un grande lavoratore e amante della famiglia e dell’allegria: “Zio sapeva suonare benissimo la fisarmonica e la pianola, ci ha allietato tantissime volte e ha suonato anche ai matrimoni dei nipoti”, ricorda, commossa, la figlia di Redano, Jessica. E c’è un aneddoto, impossibile da non ricordare in un momento di grande dolore: “Quando c’è stata l’alluvione, nel 2013, l’auto di mio fratello Corrado era stata danneggiata dall’acqua. Antonio Michittu gliel’aveva sistemata e riparata, e mio fratello non aveva avuto bisogno di comprarsene una nuova. Oggi si sono rincontrati in paradiso”. Il funerale di Corrado Brau sarà domani, sabato 26 marzo, nella chiesa di Santa Chiara di San Gavino Monreale, alle 15:15.


In questo articolo: