“Salviamo Venezia dai Veneziani, togliamola alla giurisdizione italiana”: la “soluzione” di Ratti

Per l’architetto e ingegnere del MIT la Serenissima deve diventare “una città nuova, regolata da una giurisdizione internazionale”

“Per salvare Venezia dobbiamo salvare i veneziani, prima di tutto da loro stessi”. Lo sostiene in un lungo articolo su La Stampa il professor Carlo Ratti, architetto e ingegnere che insegna al Massachusetts Institute of Technology di Boston e che dirige lo studio di progettazione CRA-Carlo Ratti Associati a New York e Torino.

Il professor Ratti indica una prima soluzione nel “sottrarre la città della Laguna alla giurisdizione italiana” per diventare “una città nuova, regolata da una giurisdizione internazionale” in cui chiunque possa arrivare “e subito diventare a pieno titolo cittadino”, a patto che il suo orizzonte mentale “non sia quello privo di responsabilità del turista”. Quindi per ricostruire la propria civitas,” a Venezia non resta che spalancarsi al mondo”, chiamando a raccolta coloro che hanno idee e progetti concreti.

Continua a leggere su https://www.agi.it/estero/venezia_acqua_alta_carlo_ratti-6553870/news/2019-11-15/


In questo articolo: