“Questo è il nostro lavoro, il latte preferisco buttarlo di mano mia…”: il video dei pastori sardi diventa un caso politico nazionale

Interviene anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia: “L’imposizione dei prezzi da parte della grande distribuzione e dell’industria di trasformazione è inaccettabile: il lavoro dei pastori è sacro”. Guardate il VIDEO della protesta clamorosa dei pastori sardi condiviso da Daniele Cinà

https://www.youtube.com/watch?v=raxAnkQrg2I

“Questo è il nostro lavoro, il latte preferisco buttarlo di mano mia…”: il video dei pastori sardi diventa un caso politico nazionale. Interviene anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia: “L’imposizione dei prezzi da parte della grande distribuzione e dell’industria di trasformazione è inaccettabile: il lavoro dei pastori è sacro e i prodotti nazionali vanno tutelati. La vicenda dei pastori sardi ci dice una volta di più che abbiamo bisogno di uno Stato che tuteli i lavoratori dalla globalizzazione e dalla speculazione e non di uno Stato capace solo di tassare e burocratizzare. Noi siamo dalla parte di chi produce, sempre”. 

Il VIDEO che vedete, uno dei più popolari di questa clamorosa protesta dei pastori in Sardegna, è stato condiviso da Daniele Cinà, autore e regista tyelevisivo che commenta così:”Perché Matteo Salvini o Luigi Di Maio non vanno in Sardegna a cercare una soluzione? Ah c’è la campagna elettorale in Abruzzo. La Sardegna è lontana, i voti adesso non gli servono.
Anche se già me li vedo: “la colpa è dell’Europa” o “del governo precedente”. Nemici immaginari contrapposti a problemi reali. Mai un’assunzione di responsabilità. Mai una soluzione che aiuti per davvero le persone ad uscire dai loro guai. Come i nostri amici sardi. Popolo di gente orgogliosa e vera. Sincera e solidale. Chi li conosce lo sa. Per questo io sto con loro.
Vi chiedo, dI tutta questa protesta ne avete sentito parlare al TG? NIENTE, NULLA.
PER QUESTO VI CHIEDO DI FARE GIRARE QUESTO VIDEO IL PIU’ POSSIBILE. FACCIAMO CONOSCERE QUESTA PROTESTA GIUSTA A TUTTI. SOLO NOI POSSIAMO DARGLI LA VOCE CHE GLI NEGANO. CONDIVIDI!”. 



In questo articolo: