area-vasta / 17 Aprile 2020

Sardi in casa ma pazzi per il formaggio: in tempi di pandemia aumenta a dismisura il consumo del pecorino

“Secondo le nostre analisi, l’attuale trend produttivo deriva principalmente da due fattori”, spiega il presidente del Consorzio di tutela del Pecorino Romano DOP, Salvatore Palitta. “Il primo: la produzione  della corrente campagna casearia si è svolta in maniera regolare, al contrario di quella dello scorso anno, fortemente condizionata dalla vertenza latte. Infatti, quest’anno a febbraio abbiamo un +80,85% rispetto a febbraio 2019 quando, in piena emergenza, la produzione delle aziende si era ridotta notevolmente o addirittura azzerata”. La seconda motivazione è legata invece alla pandemia, ancora in corso, da Covid19

Di
apertura1 / 11 Aprile 2020

Drappi neri negli hotel chiusi in Sardegna: la triste disperazione e la crisi degli albergatori

Una situazione di gravissima criticità è stata denunciata oggi dagli albergatori sardi che hanno esposto drappi neri negli hotel chiusi, un modo rispettoso e solenne di onorare i caduti di questa drammatica vicenda, e nel contempo un grido d'aiuto per esternare la preoccupazione sull'attuale lockdown e sulla difficoltà di ripartire per il turismo isolano

Di
apertura1 / 5 Aprile 2020

Due sardi bloccati in Corsica da un mese: “Finalmente autorizzati a partire oggi, ma al porto nessuna nave”

Due tortoliesi Stella Barrui e Davide Sioni, erano partiti in Corsica per iniziare la stagione estiva prima dei divieti per la pandemia. Ovviamente per loro non c'è stato nessun contratto. MiIle peripezie per rientrare in Sardegna, finalmente l'ok della Regione per partire stamattina da Ajaccio. Peccato però che al porto non c'era nessuna nave

Di
apertura1 / 11 Marzo 2020

“Noi sardi in viaggio in Spagna, la gente scappava quando ci vedeva: tanti di noi bloccati in mezza Europa, un clima di terrore col Coronavirus”

L'agente di viaggio Franco Turco racconta il disperato viaggio di ritorno dall'Andalusia di un gruppo di cagliaritani: "Saliti noi sul treno per Cordoba tutti gli spagnoli che erano nel nostro vagone prendevano i bagagli e scappavano a gambe levate. Per tornare biglietti a prezzi folli, assistenza da incubo. Poi tanti sardi felici di tornare a casa, in un clima da si salvi chi può"

Di