Quattro medici malati, non ci sono sostituti: chiude il pronto soccorso del Cto di Iglesias

L’amara beffa per migliaia di sardi, scatta lo stop all’inizio di un weekend e scoppiano le polemiche: “Cosa si aspetta a reclutare nuovi medici?”

Il pronto soccorso del Cto di Iglesias chiude i battenti all’inizio del primo weekend dell’estate 2022, mettendo in crisi una vasta parte del territorio sulcitano, già abbastanza presa d’assalto dai turisti. Quattro medici su sei che lavorano al pronto soccorso di Carbonia sono malati, non ci sono sostituti. Risultato? Tutto sbarrato sino a lunedì mattina. La notizia, con relative proteste, corre sui social grazie a vari sindaci del sud Sardegna. Quello di Fluminimaggiore, Marco Corrias, non si limita a segnalare il disagio, ma trova anche spazio per una polemica: “Per le urgenze bisognerà rivolgersi all’ospedale Sirai di Carbonia.
È solo una delle tante conseguenze di una Sanità territoriale gravemente deficitaria. Cosa si aspetta a mettere mano seriamente al reclutamento dei medici?”.


In questo articolo: