Migranti, sbarchi senza fine in Sardegna: 12 nordafricani bloccati a Pula e portati a Monastir

Doppio intervento dei carabinieri. Tutti gli stranieri, senza documenti, hanno detto di essere o tunisini o algerini: scatta il trasferimento al centro di accoglienza

Nella giornata di ieri a Pula nel corso di due differenti interventi, i carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con quelli di Domus de Maria, hanno rintracciato complessivamente 12 cittadini magrebini di cui 11 di asserita nazionalità tunisina ed uno invece proveniente dall’Algeria, tutti di sesso maschile, in buono stato di salute e naturalmente sprovvisti di qualsivoglia documento di riconoscimento. Nella prima circostanza ne avevano rintracciati 8 e successivamente ulteriori 4, verosimilmente sbarcati tutti dallo stesso natante che non si è potuto rintracciare. Gli stessi sono stati trasferiti presso il Centro di accoglienza di Monastir a bordo di un mezzo della ditta convenzionata con la Prefettura di Cagliari per tale tipo di attività. Non è stato possibile neppure individuare la località esatta dello sbarco.


In questo articolo: