Quartu, fioccano soldi grazie alla rottamazione delle cartelle: “Più fondi per aprire il primo teatro e l’armeria dei vigili urbani”

Sono oltre 400mila gli euro incassati dal Comune grazie a chi ha pagato, senza l’aggiunta di more, vecchie cartelle di Tari e Imu: “Sarà possibile concludere rapidamente i lavori per la riqualificazione dell’ex cinema”, apertura prevista entro l’anno, “e per garantire ancora più sicurezza agli agenti armati di pistola”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Oltre 400mila euro, arrivati nelle casse del Comune dai quartesi “sbadati” che si erano dimenticati di pagare bollette molto vecchie e che hanno potuto usufruire del sistema della rottamazione, finiranno molto presto nelle tasche delle ditte che si devono occupare di completare i lavori di riqualificazione dell’ex cinema di via Marconi, destinato a diventare il primo teatro di Quartu, e per la videosroveglianza nell’armeria della polizia locale, dove già si trovano le pistole fornite in dotazione ai primi agenti. L’ha deciso la Giunta Milia con una variazione di bilancio urgente: il nuovo tesoretto, a tratti inaspettato, consentirà di dare un’accelerata definitiva alla maxi sala che ospiterà centinaia di appassionati di spettacoli e musica e sarà garantita maggiore sicurezza ai poliziotti del corpo cittadino che hanno già una pistola dentro la fondina attaccata ai pantaloni.

 

“Per i lavori nuovi all’ex cinema contiamo di arrivare subito alla conclusione, evitandoci quindi un’altra gara d’appalto, mossa che allungherebbe i tempi”, spiega il vicesindaco Tore Sanna, “e i poliziotti opereranno in un ambiente sempre più sicuro. L’idea della rottamazione si è comunque rivelata positiva e vincente per le casse dell’amministrazione comunale”.


In questo articolo: