Quartu, blitz dei disoccupati al Comune: “Senza Reis passeremo un Natale da fame”

Slittano a fine gennaio i pagamenti del Reddito di incisione sociale, esplode la rabbia di decine di poveri quartesi: “Delunas, ci stai prendendo in giro? Nelle altre città hanno già messo in pagamento i contributi”

di Paolo Rapeanu

Il Comune “frena” il pagamento del Reis, sotto l’albero di Natale niente contributo perché, per via delle molte richieste, ci sono tutta una serie di verifiche da svolgere, come impone l’anticorruzione. Ma questo “ritardo” fa infuriare decine di quartesi, che sono andati dentro al palazzo di via Eligio Porcu per protestare: “Ci sentiamo presi in giro”, spiega una delle mamme presenti, la 29enne Sara Vacca, “sono disoccupata e ho figli, a me spetta il massimo del Reis, ma riceverlo allo a fine gennaio mi fa infuriare. Come passerò il Natale? In piena povertà?”.

I cittadini hanno poi parlato con una segreteria comunale, dandosi appuntamento per mercoledì mattina: “Se non riusciranno a darci i soldi entro questa settimana dovremo davvero attendere un altro mese e mezzo. Chiedo al sindaco Delunas come mai, solo a Quartu, queste verifiche e controlli siano così lunghi. Nelle altre città sono molto più rapidi”, aggiunge la 29enne.


In questo articolo: